<< Previous Next >>

Merops apiaster


Merops apiaster
Photo Information
Copyright: Vanni Bellettato (vanni2009) Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 278 W: 4 N: 1118] (6160)
Genre: Animals
Medium: Color
Date Taken: 2014-06-02
Categories: Birds
Camera: Canon EOS 7D, Canon EF 300/4 L IS USM + 1,4X Canon, Lexar CF16GB400xUDMA
Exposure: f/5.6, 1/1600 seconds
More Photo Info: [view]
Photo Version: Original Version
Date Submitted: 2014-06-02 10:13
Viewed: 1201
Points: 8
[Note Guidelines] Photographer's Note
Ordine: Coraciiformes Famiglia: Meropidae
Il Gruccione può raggiungere una lunghezza di 25-29 centimetri, considerando anche le penne della coda – particolarmente allungata – mentre l’apertura alare può raggiungere i 40 centimetri e il peso i 50-70 grammi. Il ‘fondo’ della livrea appare castano, sul dorso, e azzurro, nel ventre, ma offre anche sfumature di giallo, verde, nero, e arancione. Il becco è nerastro, lungo e leggermente ricurvo verso il basso. Le zampe sono marrone-grigiastro. I sessi sono fra loro molto simili e difficilmente distinguibili.
Diffuso prevalentemente nel bacino del Mediterraneo, il Gruccione è nidificante alle nostre latitudini, mentre lo svernamento avviene, dopo un lungo viaggio nell’Africa posta a sud del Sahara. Predilige ambienti aperti con vegetazione spontanea e cespugliosa con alberi sparsi e tralicci, presso corsi fluviali, boschi con radure. Durante le migrazioni è frequente anche in zone umide e litorali.
In Italia le colonie di nidificazione sono concentrate quasi esclusivamente in pianura e collina. La specie giunge nel nostro Paese tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, per ripartire ad agosto inoltrato. Si nutre prevalentemente di insetti catturati in aria con sortite da un posatoio. Quando si tratta di insetti dotati di pungiglione – come le api, di cui è ghiotto – questi vengono ripetutamente colpiti su una superficie dura, con l’ausilio del becco.
Nidifica prevalentemente presso scarpate lungo fiumi, in cave di sabbia – attive o abbandonate – in ambienti agricoli con boschetti sparsi, in vaste radure, in arbusteti con paretine sabbiose, vigneti, dune sabbiose, pascoli, steppe. Tipicamente, il nido è costituito da un profondo cunicolo – anche fino a 3-5 metri – ove la femmina depone 5-8 uova di forma sferica. Entrambi i sessi si occupano della cova, che dura circa 20 giorni. Di solito la specie effettua non più di una covata l’anno: se una coppia trova un luogo favorevole alla costruzione del nido, ne sopraggiungono altre fino a formare vere e proprie colonie.

Pitoncle has marked this note useful
Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
None
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

  • Great 
  • PeterZ Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 5137 W: 166 N: 13121] (49139)
  • [2014-06-02 10:36]

Hello Vanni,
Nice to see your new posting. a bit overexposed in the white and yellow parts, but excellent sharpness and an attractive pose with the eye in the center. Beautiful blurred background too.
Regards,
Peter

Ciao Vanni, bentornato, gran ritratto, favolosi colori e ottima nitidezza, bravo, ciao Silvio

  • Great 
  • lousat Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6515 W: 89 N: 15622] (65349)
  • [2014-06-02 16:00]

Ciao Vanni,è un piacere ritrovarti qui anche se non mi perdo una foto dei tuoi post su facebook,un grande primo piano del gruccione,pero' un po' sovraesposto ed anche un po' troppo colorato,forse hai spinto un po' sulle ali dell'entusiasmo..ehhee...comunque niente male.Buon Martedi',Luciano

Bonsoir Vanni,
Une belle lumière qui fait resplendir de délicates couleurs et une excellente profondeur de champ permettant d'apprécier la finesse des détails.
A bientôt sur TN pour de nouvelles aventures.
Gérard

Calibration Check
















0123456789ABCDEF