<< Previous Next >>

Motacilla flava feldegg


Motacilla flava feldegg
Photo Information
Copyright: Maurizio Dalla Via (maurydv) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3099 W: 115 N: 9490] (36428)
Genre: Animals
Medium: Color
Date Taken: 2010-04-15
Categories: Birds
Camera: Nikon D200, Nikkor 300mm AF-S f/4, Digital ISO 200
Exposure: f/8, 1/1000 seconds
Photo Version: Original Version
Theme(s): CeltickRanger's favorite Bird photos -5- [view contributor(s)]
Date Submitted: 2010-05-16 5:55
Viewed: 3617
Points: 58
[Note Guidelines] Photographer's Note
Motacilla flava (Linnaeus, 1758)
Yellow Wagtail (inglese)
Bergeronnette printanière (francese)

Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Famiglia Motacillidae
Genere Motacilla

Motacillidae

Ai Motacillidi, famiglia risalente al Miocene inferiore, appartengono ora 53 specie ripartite in 5 generi. Il gruppo, originatosi probabilmente nella regione etiopica, riconosce quali suoi primi fossili Motacilla humata e Motacilla major, ritrovati in Francia. Appartengono a questo gruppo, distribuito in quasi in tutto il mondo ad eccezione della Polinesia, specie comunemente note col nome di pispole, ballerine e cutrettole. Si tratta di Uccelli provvisti di ali aguzze e ben sviluppate, che tuttavia prediligono intrattenersi prevalentemente a terra; le loro zampe gracili e lunghe terminano con dita sottili dalle unghie poco ricurve: in particolare l'unghia del dito posteriore è assai allungata. Hanno becco sottile e quasi diritto, corto e più o meno cilindrico.

Le ali dei Motacillidi sono composte di 9 remiganti primarie e le terziarie sono tanto allungate che in molte specie, ad ala chiusa, ricoprono completamente le primarie. La coda, quasi in tutte le specie piuttosto lunga, è costituita di 12 timoniere. Il piumaggio, generalmente simile nei due sessi, mostra invece delle sensibili differenze stagionali. Questo gruppo, elettivamente insettivoro, è costituito da specie che generalmente nidificano sul terreno come gli Alaudidi (allodole, ecc.).

Le numerose specie di Motacillidi possono essere suddivise in 2 gruppi fondamentali, l'uno rappresentato dagli appartenenti al genere Anthus, l'altro dagli appartenenti ai generi Motacilla e Dendronanthus. Al gruppo del genere Anthus, i cui componenti sono noti col nome volgare di pispole, appartengono uccelli bruni, striati, con timoniere esterne bianche o biancastre, dalla coda non particolarmente lunga. Di questo gruppo, nel quale i sessi sono molto simili, ricordiamo come frequenti in Italia la pispola propriamente detta (Anthus pratensis), lunga circa 14 cm, frequente nelle zone collinari a lande e pascoli e nidificante sul terreno; nel corso della cattiva stagione questa specie si incontra di preferenza nelle paludi, nelle marcite e lungo i terreni coltivati in prossimità della costa marina.

Raro in Italia è il calandro maggiore (Anthus richardi), lungo circa 17 cm e mezzo, simile nell'aspetto a una grossa pispola, ma con zampe proporzionalmente più lunghe. Si può incontrarlo nelle praterie umide, nei campi di riso e nelle zone steppiche o paludose.

Frequente in Italia è invece il calandro (Anthus campestris), lungo circa 16 cm, dal profilo più snello degli altri congeneri, diffuso nelle zone incolte, cespugliose e sabbiose e, nel corso dell'inverno, anche nei terreni coltivati.

Il prispolone (Anthus trivialis), di poco più piccolo, frequenta le radure boschive, le lande e le colline con scarsa vegetazione, ove nidifica preferendo in genere le zone ad erba alta o ricoperte di felci.

Ancora frequente nella penisola italiana è lo spioncello (Anthus spinoletta), con zampe sensibilmente più lunghe delle altre pispole. Tale specie è frequente con 2 forme, l'una legata alle zone montuose, l'altra alle coste marine.

Assai meno frequente da noi è la pispola golarossa (Anthus cervinus), che, nel piumaggio nuziale, presenta la gola e la parte alta del petto tinti di rosso rugginoso. Questa specie, frequentatrice delle tundre paludose e delle terre coltivate e umide, è distribuita nei paesi compresi tra la Scandinavia e la Kamcatka, nidificando nelle regioni boreali dell'Eurasia. In Italia compare abbastanza frequentemente alle epoche del doppio passo, nelle Puglie e in Sicilia. Probabilmente questo uccello è in Italia meno raro di quanto si presuma e la sua reale frequenza non è nota, in quanto i cacciatori tendono a confonderla con forme similari.

Al gruppo delle ballerine, cioè dei Motacilla e dei Dendronanthus (genere non presente in Italia), appartengono in Italia 3 specie, tutte molto frequenti: la ballerina bianca (Motacilla alba), lunga circa 17 cm, dalla lunga coda tremolante e dal piumaggio bianco, nero e grigio, vivacemente contrastato; la ballerina gialla (Motacilla cinerea), grigia superiormente e gialla nelle parti inferiori; e la cutrettola (Motacilloa flava), gialla sul ventre e verde oliva sul dorso. Al gruppo delle ballerine appartengono specie che prediligono vivere in vicinanza dell'acqua, lungo i torrenti alpini o lungo le spiagge lacustri o palustri. Di costumi riservati e selvatici, queste forme tendono a fuggire la presenza dell'uomo e, escluso il periodo dell'accoppiamento e della riproduzione, prediligono riunirsi in folti gruppi; a differenza delle pispole, le ballerine si posano volentieri sui rami degli alberi o tra i canneti. Anch'esse nidificano sul terreno servendosi di parti di vegetali che intrecciano a costituire una coppa rivestita sia all'interno sia all'esterno di piume e di peli.

Un gruppo di Motacillidi dalle caratteristiche particolari è dato dagli appartenenti al genere Macronyx, suddiviso in 8 specie. Tutte queste forme presentano il dito posteriore provvisto di un'unghia eccezionalmente sviluppata tanto che ad esempio nella specie macronice croceo (Macronyx croceus), dell'Africa a sud del Sahara, lunga circa 20 cm, questo sperone posteriore raggiunge la lunghezza di ben 8 cm. L'abito di quest'ultima specie è bruno sul dorso e giallo intenso sulla gola e sul ventre, interrotto da un'ampia fascia nera nella regione del petto.

Motacilla flava

La Cutrettola ha varie sottospecie, che variano a seconda delle classificazioni, fino ad un massimo di 17. Alcune sottospecie più di altre avrebbero la tendenza a ibridarsi. Le moderne ed attuali dottrine evoluzionistiche applicate alla zoo-geografia hanno però dimostrano, al contrario, quanto sia improbabile l’insorgenza di mutazioni tanto diffuse all’interno di una distinta popolazione e ci spingono ad escludere l’ipotesi di razze ibride fissate geneticamente. Per questo motivo, si è recentemente arrivati ad ipotizzare che le differenti popolazioni geografiche di Cutrettola si comportino più come specie distinte che non come mere sottospecie. A favore di questa teoria si può citare la scarsissima simpatria (ossia la tendenza a nidificare nelle stesse aree geografiche) riscontrata tra queste forme.
Se si considera la Cutrettola una specie polimorfica, allora, delle numerose sottospecie descritte nel corso dei decenni, solo 14 vengono attualmente considerate valide (flavissima, flava, beema, thunbergi, feldegg, iberiae, cinereocapilla, pygmaea, lutea, taivana, simillima, tschutschensis e leucocephala).

È possibile osservare la Cutrettola in quasi tutti i continenti; in Italia ci sono nidificazioni sparse, ma sempre in prossimità dell'acqua.

Si alimenta di vermi ed altri piccoli organismi animali. Nell'estate segue le greggi posandosi sul dorso degli animali da pascolo e li libera dai parassiti (in francese il suo nome è infatti Bergeronette, cioè "pastorella"). Nel periodo della semina si ciba dei vermi che vengono alla luce dopo il passaggio dell'aratro, fornendo così un contributo positivo a tale attività.

E' un passeriforme con coda lunghissima e di forma slanciata. Il piumaggio ha tonalità gialle nelle parti ventrali e verdastro sul dorso. La coda è nera con bordo bianco. Il disegno della testa varia nei maschi secondo le diverse razze. Il sopracciglio della femmina è meno evidente. I giovani sono brunastri, con coda più corta. Frequenta le zone vicino all'acqua, paludi, fossi, torrenti, prati umidi. Si ciba di insetti, molluschi e piccoli anfibi. Nidifica a terra tra l'erba. In Italia è presente la Cutrettola (Motacilla flava), ma sono nidificanti e/o di passo anche le sottospecie (o vere e proprie specie): Cutrettola Capinera (Motacilla flava feldegg), Cutrettola Capocenerino (Motacilla flava cinerocapilla), Cutrettola caposcuro (Motacilla flava thunbergi), Cutrettola testagialla (Motacilla flava flavissima), Cutrettola della Spagna (Motacilla flava iberiae) e Cutrettola flava beema.

La Cutrettola viene da sempre considerata uno delle specie più comuni nel nostro paese. Particolarmente diffusa come nidificante lungo il bacino del Po e nei distretti agricoli pianeggianti dell’Italia centro-meridionale, risulta sicuramente più comune durante il periodo della migrazione primaverile.

L’identificazione delle Cutrettole è complicata ulteriormente dalla grande variabilità riscontrabile all’interno delle singole popolazioni; gli estremi di colorazione di una forma, infatti, possono arrivare a "mimare" perfettamente le caratteristiche morfologiche tipiche di un’altra particolare razza.
I caratteri più importanti per il riconoscimento dei maschi adulti di Cutrettola in abito riproduttivo (da marzo a luglio-agosto) sono, in ordine d’importanza decrescente:
il disegno e la colorazione della testa (colore del vertice, delle copritrici auricolari e delle redini; colore della gola; estensione e tinta del sopracciglio);
la colorazione delle parti inferiori (tonalità di "giallo"; eventuale presenza di macchie scure sul petto);
la colorazione delle parti superiori (tonalità di "verde" sulla schiena; estensione e tinta delle barre alari).
Altri particolari strutturali più difficili da valutare in natura e soggetti a maggiore variabilità sono la forma della testa e le dimensioni del becco. Anche le vocalizzazioni, in combinazione con le suddette caratteristiche morfologiche, possono facilitare il processo d’identificazione.

La specie che nidifica maggiormente e quasi in tutta Italia è la Cutrettola Capocenerino (Motacilla flava cinerocapilla), ma nel caso dell'immagine che presento si tratta di un'altra sottospecie (specie), per cui mi limito ad una descrizione dettagliata solo di:

Motacilla flava feldegg Cutrettola capinera occidentale

L’areale riproduttivo di questa forma comprende il sud-est dell’Europa (Balcani), la Turchia ed il Medio Oriente; in Italia nidifica regolarmente in alcune località costiere della Sicilia e della Puglia, mentre risulta più rara e sporadica nel Lazio (parco del Circeo), in Emilia Romagna e, forse, in altre regioni del meridione. L’areale di svernamento comprende la maggior parte dell’Africa centro-orientale (a sud del Sahara) e la penisola Arabica. La Cutrettola capinera migra attraverso il sud e l’est della nostra penisola, soprattutto nel periodo marzo-aprile, mentre appare più raramente nel versante tirrenico ed irregolarmente nella pianura padana (osservazioni sporadiche fino a maggio inoltrato). Rare ma regolari osservazioni vengono effettuate ogni anno anche nell’Europa occidentale, dove questa forma arriva solitamente con branchi di flava.

Questa cutrettola, come dice il nome, ha la testa completamente nera (di un bel color pece, "carico" e lucido). Tale colorazione si estende dalla fronte alla parte superiore del mantello, dove forma una linea irregolare e sfumata (a differenza di tutte le altre forme nelle quali la divisione tra lo scuro della testa ed il verde del dorso si colloca più in su, a livello della nuca, ed è ben definito).Esiste, comunque, un minimo di variabilità anche in questo taxon: durante il periodo marzo – inizi di aprile, ad esempio, molti degli esemplari con piumaggio più fresco ed appena mutato hanno i margini delle piume cervicali verdastri, che donano al vertice un’evidente sfumatura o screziatura color oliva. In genere, dopo poche settimane, la testa torna ad essere uniformemente nera, a causa dell’usura e della conseguente abrasione del piumaggio. La gola, inoltre, abitualmente gialla come il petto ed il ventre, può presentare numerose piumette bianche localizzate sul mento. Un certo numero di individui, infine, possiede un accenno di sopracciglio biancastro o giallino, sempre molto sottile ed incompleto; la tendenza a mostrare, di tanto in tanto, un sopracciglio chiaro appena abbozzato è condivisa da feldegg con tutte le altre forme di cutrettole a testa uniformemente scura (come cinereocapilla, thunbergi e melanogrisea).

La colorazione delle parti inferiori è meno variabile di altre forme; il giallo è, infatti, sempre piuttosto vivido (da giallo-sulfureo intenso a giallo-dorato) con un’evidente sfumatura arancione presente, saltuariamente, sul petto. La linea di divisione tra le parti inferiori ed il dorso appare spesso frastagliata e macchiettata di verde-olivastro o grigio-nerastro.

La colorazione del dorso è di un verde piuttosto "freddo" ed opaco, giacché sfumato di grigio su mantello e scapolari; anche il groppone appare sbiadito e non così intensamente giallastro come in altre forme europee (ad esempio, cinereocapilla, flava, flavissima, ecc.). Le barre alari sono piuttosto spesse ma non troppo evidenti in quanto frequentemente pigmentate di verde o giallastro.

La Cutrettola capinera, oltre che ben distinta morfologicamente, possiede numerose altre caratteristiche esclusive. Il becco, ad esempio, risulta particolarmente lungo, sottile alla base e non chiaramente conico, il che gli conferisce una peculiare forma a "lama di pugnale". La testa, inoltre, non appare quasi mai nettamente arrotondata (come nelle altre cutrettole europee) neanche in condizione di relax; al contrario, la fronte piuttosto appiattita e la leggera crestina evidente sulla nuca ne accentuano la silhouette angolosa e "triangolare".

Anche le vocalizzazioni sonore appaiono piuttosto differenziate: di norma viene, infatti, emesso un "SHRIIP" o "PSRIIT" vigoroso, deciso e chiaramente monosillabico.

La fotografia

E’ stata scattata con il teleobiettivo 300 mm, con regolazione manuale del tempo e del diaframma, nel Parco di San Giuliano, durante il passo nel periodo primaverile. Questa Cutrettola capinera si alimentava in uno degli stagni presenti. Come ho evidenziato nelle note sulla specie, si tratta Cutrettola capinera, una specie nidificante in Italia solo nel meridione orientale (Puglia). Oltre alle distinzioni evidenziate sopra all'interno delle varie specie e sottospecie di Cutrettola, si distingue facilmente dalla Ballerina gialla (Motacilla cinerea), che oltretutto in Italia ha periodi di presenza non coincidenti.

siggi, tcr, CeltickRanger, horias, Chiza, marius-secan, nglen, jlinaresp, Dis. Ac., Luis52, vanda, boreocypriensis, Noisette, anel, pierrefonds has marked this note useful
Only registered TrekNature members may rate photo notes.
Add Critique [Critiquing Guidelines] 
Only registered TrekNature members may write critiques.
Discussions
None
You must be logged in to start a discussion.

Critiques [Translate]

Hellow Maurizio,
Great clarity and striking colours.The reflection has been captured to perfection, well done.
erwin...

  • Great 
  • siggi Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3097 W: 109 N: 12399] (52850)
  • [2010-05-16 6:54]

Hello Maurizio.
This is a great image. Excellent sharpness and beautiful colors. The reflection in water looks nice too.
Best regards Siggi

  • Great 
  • zetu Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 967 W: 26 N: 3888] (16941)
  • [2010-05-16 7:19]

Hello Maurizio
Nice composition , vivid colors and excellent details
Regards
Razvan

  • Great 
  • tcr Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 158 W: 8 N: 538] (3384)
  • [2010-05-16 7:24]

Hello.
Fine picture.
Vivid colors, nice pose and compo.
Greetings.

Ciao Maurizio, grazioso uccellino e delizioso riflesso, splendidi colori, ottima composizione, bravo, ciao Silvio

hello Maurizio
great composition with good details and beautiful colours
very good sharpness
greeting lou

hello Maurizio

very beautiful photo du Bergeronnette printanière,
lovely pose of the bird over the water with his
reflection on the water, very fine POV, DOF and framing,
excellent contrast between the 2 main colour tones, TFS

Asbed

  • Great 
  • horias Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 837 W: 58 N: 2084] (11033)
  • [2010-05-16 8:02]

Hi Maurizio
Great shot of this little yellow beauty! Details and colors are great!
Horia

  • Great 
  • Chiza Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 133 W: 0 N: 474] (5351)
  • [2010-05-16 8:24]

Hola Maurizio: Una gran foto de esta hermosa especie que no conocía; me gusta mucho el entorno donde la tomaste y ek reflejo del ave en el agua le da un gran valor adicional. Además mucha y muy buena información...saludos.

  • Great 
  • manyee Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3089 W: 230 N: 6774] (23770)
  • [2010-05-16 8:55]

Wow, Maurizio!
That bird has amazing colors!
That yellow wagtail is so.... yellow!
Great pose of the legs.
The reflection is really nice too.
TFS. : )

Hello Maurizio,
Outstanding colours and perfect details. The composition is superb.
Great sharpness and good focus.
Marius.

  • Great 
  • nglen Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 2883 W: 30 N: 9683] (36145)
  • [2010-05-16 10:05]

Hi Maurizio . The Yellow Wagtail is such a bright little bird and always on the move with the flick of its tail. I like the way you have captured the refection in the brightly coloured picture. With low POV. all with interesting notes. well taken TFS.
Nick..

Ciao Maurizio,
Ci sono immagini che si aprono un sorriso di soddisfazione e di apprezzamento quando guardano ... questo è uno di loro. E 'del tutto naturale perfetto e armonioso, posso quasi dire che "rilassante".
La composizione è "dolcemente sfida" con l'uccello in alto a sinistra e di un ambiente in primo piano sfocato è bello! Congratulazioni e grazie mille! Saluti, la settimana felice e abbracci! Jesús

Great image, great reflection, great yellow colors and ... everything, Maurizio! Bravo!
Regards,
George Veltchev

Hello Maurizio,

an great shot from this yellow bird.
Good pov and details.
fine natural colours.

Gert

Ciao Maurizio
Ancora un grande successo con questo uccello giallo...
la prossima volta che vengo a Venezia, non visito il vielle ma la laguna...
Grazie e congratulazioni
Amicizie
Laurent

  • Great 
  • lousat Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 6595 W: 89 N: 15659] (65489)
  • [2010-05-16 11:22]

Ciao Maurizio,hai giocato molto bene nel creare la composizione..colori,riflessi e quell'erba fuori fuoco sulla sinistra e' una vera chicca innovativa..bravo il Maurizio! Buona settimana! Luciano

  • Great 
  • PeterZ Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 5137 W: 166 N: 13121] (49139)
  • [2010-05-16 11:30]

Hello Maurizio,
Thanks for your comment on my first photo from Senegal.
Fantastic photo of this Yellow Wagtail in very well saturated colours. Good sharpness, composition and beautiful reflection on the water.
Regards,
Peter

Ciao Maurizio. Eccezionale la premiante scelta compositiva con i meravigliosi colori che si riflettono creando contratso tonale davvero di grade impatto.

Roberto

Ciao Grande Maurizio,
troppo bella questa foto, una composizione da Maestro, colori fantastici, ottima nitidezza e contrasto . Eccellente il POV
SEI UN GRANDE
Complinenti e grazie
Ciao Vanni

PS : al Bacucco ci sono moltissimi Gruccioni.

  • Great 
  • Luis52 Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 1175 W: 8 N: 4240] (15809)
  • [2010-05-16 18:18]

Hola Mauricio.
Bellos colores amarillos del plumaje de este pajaro acuatico. El angulo desde donde se logra la foto es exelente. La iluminacion y nitidez de alto nivel.
Interesante y extensa la nota escrita.
Saludos
Luis52.

Bonjour Maurizio,
Très belle illustration de cet oiseau Bergeronnette,que je découvre grace à vous et belle composition de la photo avec des couleurs naturelles bien rendues!
Merci encore
salutations, Dany

  • Great 
  • vanda Gold Star Critiquer/Silver Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 338 W: 25 N: 754] (3673)
  • [2010-05-17 6:29]

Ciao Maurizio!
Meravigliosa composizione. Splendidi colori e fantastico contrasto giallo/blu.
Incredibile l'immagine riflessa nell'acqua !!!
Mi piace la sfocatura della pianta in primo piano che dà maggior risalto al soggetto.
Complimenti, sei bravissimo!
Ciao! vanda

Cioa MF Maurizio,

Lovely image of a yellow wagtail, the POV is nice and effective too. i also liked the beuty's mirror reflection on the still water surface too.
TFS and have a nice week MF!
Cheers,

Bayram

Hallo Maurizio
I want to flatter you for fine camerawork done here and the and the Yellow Wagtail for it beauty and gorgeous colours and especially the its striking vivid colours.It is really an image to show off. Best regards.
Anna

bonjour Maurizio
très jolie Bergeronnette au couleurs vives, la jolie luminosité donne d'adorable teites à l'image, l'oiseau est d'une grande clarté et bien détaillé, j'adore aussi le reflet dans l'eau
Passe une bonne nuit
Jacqueline

  • Great 
  • anel Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 3053 W: 3 N: 8715] (40574)
  • [2010-05-19 2:32]

Bonjour voisin,
Ta voisine est en retard avec les critiques, mais elle avait bien vu cette magnifique image colorée et naturelle. Je viens donc enfin déposer quelques mots et féliciter l'invisible "Don Juan" (puisque le Don Quichotte du site t'avait appelé ainsi :-) pour cette image si plaisante.
Bonne journée
Amitiés
Anne

  • Great 
  • foozi Gold Star Critiquer/Gold Note Writer [C: 2791 W: 0 N: 6696] (25839)
  • [2010-05-19 4:51]

Hello Maurizio,
wow..what a yellow saffron look. The reflection is so still powerfully driven in yellow.
Lively composition with light blue water as the background.

Regards,
Foozi

Bonsoir Maurizio,

Les reflets sur l'eau sont des atouts à la composition. La prise de vue permet de voir les détails et les couleurs de la Bergeronnette printanière. La bonne luminosité rehausse les couleurs de l'image. Bonne soirée.

Pierre

Calibration Check
















0123456789ABCDEF